Intervista a Jermaine Jackson sulla rivista HELLO

Andare in basso

Intervista a Jermaine Jackson sulla rivista HELLO

Messaggio Da szwaby82 il Sab Nov 05, 2011 7:09 pm

Jermaine Jackson sospira. ''Michael mi manca tanto'', dice. "Mi manca il suo sorriso, aveva un sorriso meraviglioso.''

Il fratello di Michael Jackson parla in esclusiva con HELLO!, la sua splendida moglie afgana Halima al suo fianco. Ci incontriamo nella bellissima casa della coppia sulla collina di Los Angeles, poco prima della cerimonia intima della famiglia al Forest Lawn Cemetery di Glendale, luogo dove Michael riposa, che onorerà la memoria del superstar un anno dopo la sua morte il 25 giugno. Ed è subito chiaro che la famiglia ancora soffre, i sentimenti sono ancora vivi.

''Soffriamo, come chiunque altro'', dice Jermaine . ''Non siamo d'acciaio. Siamo esseri umani, siamo una famiglia. E quando Michael è morto e il mondo ha pianto, non ha pianto per un intrattenitore, ha pianto per l'amore che lui ha dato e che lui era''.

Accadendo appena 18 giorni prima dell'inizio del tour che segnava il suo ritorno, This Is It, la morte di Michael per un'overdose di sedativi e dell'anestetico Propofol ha devastato il clan Jackson e milioni di fan. Le lacrime scorrono negli occhi di Jermaine quando ricorda l'orrore che è iniziato con una telefonata che lo avvisava che Michael era stato ricoverato in ospedale. Jermaine ha immediatamente telefonato a sua madre Katherine, che ha confermato la notizia.

''Non pensavamo che fosse così grave" dice Jermaine, ricordando la loro corsa in ospedale. Tuttavia, nel momento in cui lui e Halima sono arrivati in ospedale, Michael era morto.

Durante la nostra intervista, l'umorismo e il fascino di Jermaine lasciano il passo a momenti di tristezza e di rabbia, e ad un occasionale lacrima. In particolare, egli si riferisce spesso a Michael con il tempo presente. Per lui lo spirito di Michael vive, ovviamente .

Il patrimonio della leggenda del pop, è stato segnalato la scorsa settimana, ha guadagnato 675 millioni di sterline dalla sua morte. Michael ha lasciato la sua intera proprietà in un trust per sua madre Katherine , 80 anni, ei suoi figli Prince Michael, 13, Paris , 12, e Blanket, Prince Michael II, otto.

In conformità con i desideri di Michael, la madre divenne immediatamente tutrice dei suoi figli dopo la sua morte, mentre un accordo in materia di affidamento è stato raggiunto con la ex moglie di Michael, Debbie Rowe, 51, la madre di Prince Michael e Paris. ( L'identità della madre surrogata di Blanket non è mai stata rivelata).

La famiglia è chiaramente fondamentale per Jermaine, 55, quarto figlio di Joe e Katherine Jackson, nove figli, che ha sette figli suoi. Ha avuto Jermaine Jr , Autumn e Jaimy con la prima moglie Hazel Gordy, figlia del fondatore della Motown Berry Gordy, che ha sposato nel 1973. Poi da un rapporto con Margaret Maldonado è nato Jeremy Jourdynn. Alejandra Oaziaza è la madre dei suoi figli Jaafar, 13, e Jermajesty, nove, che mostra già talento musicale. Alejandra, che si è separata da Jermaine nel 2003, ha avuto anche tre figli dal suo precedente rapporto con Randy, il fratello più giovane di Jermaine; Genevieve, 22, il figlio adottivo Donte, 18, e Randy Jr, anche lui 18.

Oggi la famosa miscela Jackson ad Encino in LA è ravvivata dalle risate dei bambini dato che Jaafar e Jermajesty vivono lì con Alejandra gli altri tre figli.

Nel frattempo, Jermaine, che è apparso nel Celebrity Big Brother del 2007, ha recentemente fatto un reality show televisivo, The Jacksons : A Family Dynasty, con i fratelli Jackie, Tito e Marlon per un canale americano - si parla di una seconda serie.

Ma famiglia adesso significa Halima , nata principessa Halima Rashid. Lei e Jermaine si sono incontrati nel gennaio 2004 in una coda da Starbucks. Lui si è innamorato velocemente e le ha fatto la proposte nel mese di marzo. ''Mi sono presa del tempo", Halima ride ''anche se mi metteva fretta.'' Lei dice che la sua gentilezza, i valori e il suo carisma l'hanno conquistata e si sono sposati in una moschea di LA ad agosto. Per ora, mentre perseguono i propri progetti, i Jackson sono intenti a onorare la memoria di Michael con la sua musica leggendaria. ''Dobbiamo fare in modo che la gente sappia che la sua eredità continua a vivere'', ha detto Jermaine , aprendo il suo cuore a HELLO! a proposito dell'anno di dolore della famiglia, i loro ricordi confortanti, il perché vuole giustizia per Michael e la forza che egli trae dal famoso affiatato clan Jackson.

Jermaine, come ti senti nel primo anniversario della perdita di Michael?

E' davvero un emozione. Per un anno abbiamo solo cercato di superarla, ma questo risveglia tutto di nuovo. Siamo ancora profondamente addolorati, ma dobbiamo ricordare le cose buone che ha fatto Michael. Non dobbiamo farci abbattere dall'emozione, ma sollevarci e andare avanti. L'anno è passato così in fretta. Ma siamo ancora in lutto ''.

Chi ha deciso di organizzare un memorial per Michael al Forest Lawn Cemetery nel primo anniversario della sua morte?

La famiglia. E 'stato solo qualcosa per la famiglia. Volevamo stare insieme. Gli renderemo omaggio e penseremo alle cose buone. Ci sono anni e anni di bei ricordi. Siamo un pò dispersi - LaToya, Tito, Rebbie e Randy sono a Los Angeles, ma Marlon è ad Atlanta, Jackie a Las Vegas, Janet a New York - ma saremo tutti lì con i figli di Michael (che poi sappiamo sono andati alle Hawaii e non al Forest Lawn, ndt) e i nipoti.

Ti senti di dover essere forte per i bambini di Michael?

No, solo naturale. Siamo una famiglia forte per tutte le cose che abbiamo incontrato nel corso degli anni. Se senti un'emozione non tenerla dentro, tirala fuori.

Sei andato in depressione quando Michael è morto ?

Mai. Mi piace sentire le sue canzoni da quando era giovane, come Never Can Say Goodbye , Up Again e ABC. Era solo un bambino e mi ricordo di quei giorni in modo così chiaro.

Come avete reagito tu e tua moglie Halima sentendo che Michael era stato ricoverato in ospedale?

Non ci credevamo nemmeno in un primo momento. Allora non pensavamo che fosse grave, se era vero. Quarantacinque minuti dopo ho chiamato mia madre in ospedale e l'ho sentita dire "è morto". Sentendolo da lei mi sono sentito perso. Ho lasciato cadere il telefono. Ci siamo precipitati dall'altra parte della città piangendo per tutto il viaggio. Mentre ci avvicinavamo vedevamo gli elicotteri in volo. Ero intontito.

Che cosa è successo quando hai visto tua madre?

Era seduta al pronto soccorso in stato confusionale, come una statua. Mio fratello Randy era lì, mia sorella LaToya e tutti i mezzi di comunicazione.

Hai chiesto di vedere Michael?

Sì. Sono andato in sala a vederlo, ed è la sensazione più orribile vedere tuo fratello morto. L'ho toccato e il suo viso era ancora morbido. E l'ho baciato e gli ho detto che mi sarebbe mancato.

Anche i bambini hanno visto il loro papà?

Sì, il terapeuta pensato che sarebbe stato meglio per loro. Hanno avuto modo di conoscere la verità subito, invece di sentirsi dire da qualcuno: 'Beh, è andato via, ma tornerà'. Piangevano 'Papà, svegliati!'. Ma ad un certo punto si sono resi conto e hanno capito.

Quali sono alcuni dei tuoi ricordi più cari di Michael?

Sento ancora la sua risata. Lo facevo ridere tutto il tempo perché abbiamo condiviso le camere quando eravamo in tour. Tutte le cose che abbiamo fatto come i Jackson 5, e prima, quando eravamo a casa a Gary, Indiana. Abbiamo cominciato così giovani: ho iniziato quando avevo dieci anni, Michael ha iniziato a sei.

Come la state affrontando adesso?

Non potremo mai superarla, dobbiamo solo cercare di convivere con il fatto che lui non è qui. Sappiamo che il suo spirito è ancora vivo. Io lo sento un po. Ho fatto un video in India e ho visto un vestito nella vetrina di un negozio che ha catturato la mia attenzione. Il sarto mi ha detto 'Oh mio Dio, tuo fratello è stato qui!' Mi ha mostrato le immagini. Credo che sia stato Michael a guidarmi. Qualche miliardo di persone in India e, di tutte le sartorie, finisco lì.

Ho fatto uno spettacolo in Gambia per il Presidente con un omaggio a Michael: il poema di tre minuti che ha scritto, Planet Earth. Tutto quello che si sentiva era la sua voce. La luna era nascosta dalle nuvole, ma quando ha iniziato a parlare è diventato molto chiaro e luminoso. Appena è finito, le nuvole hanno coperto la luna di nuovo. Lui avrebbe amato questo. Ha un grande amore per il pianeta e il suo messaggio era quello di fare tutto ciò che è giusto per esso. E' stato solo un momento magico. Così il nostro modo di guarigione è eseguire le canzoni e la musica. E' con questo che andiamo avanti.

Ti sei convertito all'Islam nel 1989. È la tua fede ti ha aiutato?

Sì. E Michael sapeva che c'era un Dio. Amava dare la consapevolezza di qualcosa di semplice come un fiore, e di come potente sia un fiore se gli si dà vita e amore e acqua. Questo è Dio, questo non viene dall'uomo. Sappiamo che lui è con Dio. Quando ho visto il suo corpo disteso, sapevo che il suo spirito se ne era andato e che quello era solo un guscio. Ha cercato di mostrare al mondo come si dovrebbe amare e aver cura gli uni degli altri, per preservare il pianeta e gli animali.

Temevi per la salute di Michael? Sembrava fragile?

Non proprio. Prima di uno spettacolo si prepara mentalmente e tende a non mangiare. Ma danzando con ballerini di 20 anni più giovani teneva botta. Loro erano colpiti dal fatto che poteva farli sudare. Lui è molto forte. Una volta mia madre voleva che noi sollevassimo una tavola di solido marmo. Sollevai una parte ed era così pesante. E Michael la sollevò da solo. Dissi: "Da dove vengono quei muscoli? Sei così magro!" Ha un'anima forte. E' come se fosse nella sua mente prima. Dissi: "Wow!''.

Forse il dolore diventa rabbia quando hai appreso le circostanze della morte di Michael?

Hanno messo una forte pressione su di lui, un sacco di responsabilità. Michael risultava essere in ottima saluta per il medico poi improvvisamente è morto? Questo genera un sacco di domande.

Dai la colpa a qualcuno per la sua morte ?

C'è ancora un'indagine in corso, quindi non posso entrare in troppi dettagli. Do la colpa a tutti. Guardavano Michael come una macchina per fare soldi. Noi guardiamo a lui come un fratello che amiamo. Le persone là fuori lo guardavano con avidità.

Il processo al medico personale di Michael, il dottor Conrad Murray, per omicidio colposo èimportante per te?

Sì, perché come mai qualcuno che amava la vita tanto quanto Michael ha perso la propria vita? Alcuni dicono che si è ucciso! E' pazzesco!

E' stato difficile accettare che i medicinali e l'anestetico Propofol abbiano provocato la morte di Michael?

Sì. Ma chi l'ha fatto? Tutto quello che sapevo era che lui stava prendendo qualcosa per dormire. Non so come sia stato fatto, ma qualcuno se l'è portato via. Vedi, io penso proprio il dottor Murray sia il capro espiatorio.

Che vuoi dire ?

Mancano i nastri di sorveglianza su chi è entrato e uscito dalla casa in quel periodo. Ci sono un sacco di cose. Non voglio entrare in troppi dettagli. Michael non era il tipo da deprimersi, da essere stanco della vita, da non amare la vita o da non voler essere più qui. Perciò non si può dire che si tolse la vita.

Se fosse stato qui oggi e gli avessi detto: 'Michael, vuoi lasciare i tuoi bambini , sapendo che essi saranno orfani di padre e non li vedrai crescere fino ad avere 21 anni?" Mai! Se ci fosse una linea tracciata sul pavimento e un lato fosse la vita e l'altro la morte, non avrebbe mai oltrepassato quella linea. Mai.

E' stato subito deciso che tua madre Katherine avrebbe allevato Prince Michael , Paris e Blanket ?

Abbiamo ritenuto che fosse meglio perché non ci sarebbero stati piani nascosti. E' la loro nonna. Sapevamo che li avrebbe cresciuti come ha cresciuto noi. La parte più difficile è tenere lontano i parassiti, la gente che Michael non avrebbe voluto intorno a lui o ai suoi figli quando era vivo. Improvvisamente questi sono i suoi migliori amici.

Qual è il tuo parere sulla ex tata dei bambini Grace Rwaramba ?

Non era un bene né per lui né per loro.

Cosa dici del rumor che il figlio segreto Michael sia Omer Bhatti, 25 anni, un rapper norvegese?

È un ragazzo meraviglioso. Visto che Michael gli dimostrava amore glielo stiamo dimostrando anche noi. Non posso dire se lui è figlio di Michael o meno. Non penso. Ha vissuto ad Encino fino a un certo punto poi è andato a casa a trovare i suoi genitori.

I tuoi figli Jaafar e Jermajesty e i figli di Randy Donte, Randy Jr e Genevieve vivono con la loro mamma Alejandra, Katherine, i figli di Michael e tua sorella Rebbie ...

Sì! I figli di Michael vanno d'accordo con i miei figli, e anche il resto dei ragazzi, come il nipote di Tito Royal. Anche i tre figli di Tito Taj, Taryll e TJ trascorrono del tempo con loro.

La tua mamma ha 80 anni. Vi preoccupate per la sua salute con questa casa piena?

[Ride ] Lei affronta ancora noi! Lei è il capo. Quando sente i ragazzi in giro per casa che urlano e ridono e si divertono si ricorda di Michael e noi, quando eravamo ragazzi. Penso che aiuti.

Quanto spesso tu e Halima andate a trovarla?

Due o tre volte alla settimana. Andiamo a salutare mia madre e vedere i bambini correre in giro con i cani. Hanno anche uccelli, iguane e lucertole.

Raccontaci le personalità di Prince Michael , Paris e Blanket ...

Paris è intelligentissima. Ama la gente, ama dare abbracci. Lei è così dolce. Io le porto gli orsacchiotti e un piccolo koala dall'Australia perché lei fa la collezione. Ama ballare. Tutti mostrano del talento, ma lei è come il piccolo saggio, un'anima di altri tempi.

Prince è molto serio a volte. Non volevamo fargli fare un discorso ai Grammy perché non volevamo che il mondo pensasse che stavamo sfruttando i bambini. Ma lui voleva farlo, così mia madre lo ha permesso. Credo che per lui sia stato terapeutico.

Sono molto sicuri di sé, ragazzi in gamba. Non hanno insicurezze. Molto forti proprio come il padre. E Blanket è la gioia in persona. Cammina in giro con un aeroplano giocattolo e lo fa volare in aria, facendo il rumore. Ha molto talento per la musica , la danza e il canto. ''

Tu e Halima condividete la custodia di Jaafar e Jermajesty con Alejandra ?

Vanno avanti e indietro. Ho appena portato i miei figli e i loro amici in Gambia dove ho fatto un concerto. A Prince e agli altri sono mancati molto Jaafar e Jermajesty. Sono molto vicini. Parlano tra di loro su Skype. "Quando torni? Ci manchi!" Si amano a vicenda.

I bambini di Michael riescono a gestire l'emotività o c'è ancora molto dolore?

Non così tanto. Hanno i loro ricordi e la sua musica, la sua eredità. Lo vedono in tutti noi. Io dico le cose che il loro papà diceva. Come chiamarli "Applehead". Così dimostrando che questa è una famiglia.

Michael sarebbe infastidito sapendo che i bambini non si coprono più con i veli?

Un sacco di cose non gli piacerebbero. Non voleva che avessero intorno i mass media, voleva che avessero una vita normale, ed è stata dura con lui così famoso. Ma devono inserirsi nella società a un certo punto, diventare cittadini. Vanno al cinema con i miei bambini. Amano i progetti di animazione, Shrek, i film della Pixar, Happy Feet e Iron Man. Penso che siano interessati a lavorare dietro la telecamera.

E' vero che smetteranno presto di studiare a casa?

Penso che potrebbero... Stanno per andare a una scuola privata in modo che possano interagire con altri ragazzi e sapere cosa vuol dire avere un amico. Assolutamente. E' la cosa migliore per loro.

Come si sta riprendendo Katherine dalla perdita di suo figlio ?

E'dura per lei. Si suppone che dovresti morire prima di tuo figlio.

Janet e LaToya giocano ruoli importanti nella vita dei bambini di Michael?

Vengono a prenderli per portarli fuori per un gelato. Abbiamo appena fatto una grande cena di famiglia per la partita dei Lakers. Mia madre è una grande fan dei Lakers e aveva intorno tutti i ragazzi. Hai una sola possibilità di essere un bambino e avere un'infanzia e loro stanno facendo i bambini. Stanno facendo tutto il rumore che vogliono e ricevono la disciplina adeguata.

Sei un padre severo per i tuoi figli, Jermaine ?

Mi assicuro che non prendano la strada sbagliata. Io so chi sono i loro amici. Non mi piace tutto questa andare a dormire dagli amichetti perché non sai mai come sia la vita dei genitori di queste persone. Mi piace che stiano vicini. Voglio che vadano in Africa a vedere quei bambini che non hanno nulla ma sono felici. Mi piacerebbe portarci anche i figli di Michael.

Ti esibirai presto con i tuoi fratelli?

Abbiamo in programma di farlo, ma sto facendo alcuni spettacoli da solo in questo momento perché volevo uscire là fuori per vedere se posso ancora farlo. E posso!

fonte: Michaelmania
avatar
szwaby82

Messaggi : 4159
Data d'iscrizione : 10.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum